LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Informare i genitori per favorire l’inclusione dei giovani con disabilità

14

“Un tempo, quando si aspettava un bambino, i nonni ci dicevano: «Non importa che sia maschio o femmina, l’importante è che nasca sano e libero». Ecco, quando si parla di disabilità quello che manca è la libertà e il primo a perderla è proprio il bambino affetto dalla patologia”. A sottolinearlo è Marina Aimati, medico di Medicina generale, membro della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) e presidente dell’associazione Il senso della vita onlus, presentando Includendo 360, la prima guida pratica intersocietaria sulla tutela della disabilità, promossa dalla SIPPS e sostenuta dalla Società italiana di Pediatria (SIP).

Il volume ha messo insieme avvocati, commercialisti, esperti di patronato, esperti di assicurazioni, insegnanti, medici e ovviamente genitori, perché è importante far incontrare tutti questi mondi per conoscere e affrontare il problema dai diversi punti di vista e sommando le varie informazioni.

Se, infatti, il problema si conosce allora si impara ad affrontarlo, e il percorso può essere meno buio e faticoso. Molte famiglie, schiacciate dalla fatica e dalla solitudine, a un certo punto depongono le speranze, soprattutto quando i ragazzi crescono ed escono dalla scuola c’è un vero e proprio vuoto sociale, si rimane da soli. Questo vuoto, in numerosi casi, può venire colmato dallo sport che inserisce nel suo mondo i giovani con disabilità che possono diventare atleti. Le recenti Paralimpiadi di Tokyo ne sono la testimonianza, come raccontiamo nell’articolo alle pagine 18 e 19.

Ovviamente, non tutti possono diventare atleti, ma per ciascuno – oggi bambino, poi ragazzo e domani adulto – il percorso sportivo può diventare un possibile nuovo futuro da realizzare nella piena inclusione in ogni ambito della vita.

La Guida pratica sulla tutela della disabilità nell’infanzia – scaricabile gratuitamente online dal sito sipps.it – è particolarmente apprezzata dalle Farmacie comunali di Trento che alcuni mesi fa hanno realizzato Neobì, un manuale per neogenitori con consigli pratici medici e non solo.

Includendo 360 si affianca a Neobì in una libreria che i genitori possono implementare con gli “strumenti” utili a svolgere il mestiere di genitori e a vivere la genitorialità senza sentirsi soli anche nelle situazioni di criticità, piccole o grandi che siano.

Le “Farmacie con il cuore” desiderano lanciare questo messaggio, ricordando pure la giornata delle persone con disabilità che si svolgerà come ogni anno il 3 dicembre.

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy