LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

La nostra pelle in autunno

Consigli per la cura delle macchie cutanee

19

La nostra pelle ha una funzione molto importante: è una barriera esterna ed è esposta agli agenti atmosferici e all’aria in tutti i periodi dell’anno. 

All’inizio dell’autunno è possibile che essa mostri segni di stress perché dopo l’esposizione prolungata al sole è tempo di correre ai ripari. 

La prima cosa da fare, al rientro dalle vacanze, è prendersi cura del proprio viso che, con l’arrivo degli sbalzi repentini di temperatura e dei primi freddi, ha bisogno di trattamenti e cure attente per arrivare preparato alla stagione più gelida. Ecco perché la routine di bellezza quotidiana e l’utilizzo di trattamenti specifici ci consentono di avere un volto bello e luminoso. Inoltre, ricordiamoci che una pelle curata è sempre più resistente a qualsiasi “attacco esterno”. 

Tra i primi cambiamenti di cui potremmo accorgerci ci sono le macchie cutanee che, vecchie e nuove, si manifestano soprattutto su viso e mani. Sono anche chiamate discromie e rappresentano un disagio estetico sempre più diffuso e sentito tra le donne di tutte le età. Alla base della loro formazione risiede un’eccessiva produzione e accumulo di melanina, un pigmento prodotto dai melanociti, cellule che si trovano nello strato più profondo dell’epidermide. 

Da cosa dipendono queste discromie? 

La melanina è per noi un elemento fondamentale perché ci protegge dalle radiazioni ultraviolette ed è responsabile del colore della pelle ma a seguito di alcuni stimoli, interni o esterni, potrebbe accumularsi in alcune zone creando la macchia. Tra le cause di questa condizione vi sono: 

  • l’esposizione ai raggi UV (solari ed artificiali); 
  • alterazioni di tipo ormonale, ad esempio la gravidanza, l’uso di contraccettivi e la terapia ormonale in menopausa; 
  • alcuni farmaci o preparati ad uso topico; 
  • le cicatrici dovute all’acne; 
  • l’invecchiamento cutaneo. 

Come possiamo trattarle? 

Il trattamento deve essere modulato in base al tipo di macchia, che può presentarsi come localizzata o diffusa. Inoltre, è importante sapere che richiede sempre tempi lunghi perché i primi effetti saranno visibili dopo il completamento del normale processo di rinnovamento cellulare, ovvero dopo circa 4 settimane. 

  • Il primo passo è sicuramente la prevenzione.

I raggi UV che regalano alla nostra pelle il colore dorato dell’abbronzatura possono invece diventare dannosi se l’esposizione al sole risulta eccessiva e se non ci proteggiamo in maniera adeguata. È buona abitudine schermare sempre la pelle dai raggi UV anche ora che andiamo incontro all’autunno, nonostante l’esposizione al sole sembri occasionale. Chiedi sempre consiglio al tuo farmacista di fiducia per trovare il filtro solare efficace e adatto alla tua pelle e abbinalo alla tua crema viso durante tutto l’anno.

  • Il secondo passo consiste nel favorire il ricambio cellulare per ottenere un effetto schiarente e ciò è possibile con il peeling chimico.

Questo termine non deve spaventarci ma è finalizzato semplicemente a rimuovere le cellule superficiali rendendo la pelle luminosa e preparandola a ricevere i trattamenti successivi. Dopo qualche settimana di esfoliazione i risultati saranno visibili, il colorito comincerà ad apparire più uniforme e l’epidermide rigenerata. 

Tra i prodotti che possiamo trovare in farmacia ci sono, ad esempio, i concentrati contenti acido mandelico, fedele alleato della bellezza femminile. L’acido mandelico appartiene alla categoria degli alfa-idrossiacidi, molecole largamente utilizzate in cosmesi. Ha un effetto schiarente intensivo, quindi renderà la pelle luminosa e omogenea, riducendo le macchie brune. È fondamentale ricordare che tutti i trattamenti di peeling rendono la pelle più sensibile alle radiazioni UV perché assottigliano la barriera cutanea. Di conseguenza è importante proteggere la pelle con un filtro solare adeguato, di potenza medio-alta. 

  • Terzo passo: ridurre la produzione di melanina.

In farmacia possiamo scegliere tra tanti prodotti efficaci, ad esempio ci sono quelli che contengono molecole come il Tiamidolo oppure il Resveratrolo. Possiamo trovarli sia nei sieri ad azione più concentrata sia nelle creme viso per completare il trattamento e renderlo più efficace. Esplicano la loro azione contro le macchie brune, specie quelle dovute all’età, riducendo l’attività dell’enzima tirosinasi che è responsabile della produzione di melanina. È stato studiato inoltre che, migliorando lo spessore e l’elasticità della pelle, questi componenti possono prevenire la ricomparsa della macchia, se usati in modo regolare. Eh sì, perché la chiave del successo di un trattamento cosmetico è la costanza, infatti una cura quotidiana della pelle ti regalerà un viso più sano e luminoso. 

Molto impiegati in cosmesi sono anche gli agenti ad azione antiossidante che giocano un ruolo importante nel ridurre lo stress ossidativo, considerato tra le principali cause di invecchiamento cutaneo. Tra questi abbiamo la vitamina C o acido ascorbico, presente negli agrumi e nei vegetali a foglia verde: essa è un elemento in grado non solo di rallentare la produzione di melanina ma anche, aumentando i livelli di collagene, di rendere la nostra pelle più tonica ed elastica. I sieri o le creme contenenti vitamina C sono infatti dei validi prodotti da inserire nella nostra routine di bellezza. 

Infine, ricordiamoci che per le macchie più difficili è sempre molto importante rivolgersi al dermatologo che saprà indicare il trattamento più appropriato alla nostra pelle.

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy