LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Al via SEMPLI FARMA®

Il servizio che ti aiuta a rispettare il piano terapeutico

98

A

partire da metà novembre, le Farmacie Comunali di Trento offriranno un servizio innovativo, SEMPLI FARMA®, che aiuta i pazienti a rispettare il proprio piano terapeutico. Nello specifico, il servizio è dedicato a coloro che assumono farmaci solidi orali, cioè le comuni compresse e capsule. 

Ma che cos’è SEMPLI FARMA®? Come dicevamo, è un servizio innovativo: il farmacista prepara in anticipo la terapia del paziente, che potrà assumere i farmaci già pronti nei giorni e negli orari corretti. Che cosa cambia rispetto a come i pazienti assumono i farmaci oggi? Tutto. Vediamo il perché. 

Oggi i pazienti che seguono una terapia con farmaci solidi orali devono ricordarsi di osservare con estrema precisione le indicazioni terapeutiche dei medici. Nella realtà di tutti i giorni, spesso si fa confusione tra confezioni che appaiono simili. Inoltre, si possono lasciare i blister fuori dalle confezioni stesse, non riuscendo poi a ricordare di che medicinale si tratti. Si possono anche commettere errori nell’assunzione delle dosi prescritte. Non è raro che, per un ricordo sbagliato o per distrazione, si prendano all’ora di pranzo le compresse della sera o viceversa. Le possibilità di errore addirittura si moltiplicano, quando ci sono più pazienti conviventi.

Le farmaciste Laura Dallaserra e Arianna Uber, nel laboratorio galenico della comunale Clarina.

Come funziona SEMPLI FARMA®

Il servizio SEMPLI FARMA® rende più facile e più sicura l’assunzione delle proprie terapie solide orali. Questo perché il paziente (o un suo familiare) non deve più preoccuparsi di aprire le confezioni, prendere singolarmente le compresse e ricordarsi quando e quali assumere durante l’arco della giornata. Da oggi può passare in farmacia e aderire al servizio fornendo la propria terapia e le modalità di assunzione dei medicinali (concordate con il medico curante) e tornare poi a ritirare un pratico erogatore/dispenser, che contiene già la terapia pronta all’uso.

Nello specifico, le compresse sono contenute in bustine monodose o multiple, facili da aprire, che sono ordinate per essere assunte al momento stabilito della giornata.

Ogni bustina erogata è trasparente, è molto facile da aprire e riporta, tra le altre informazioni, il nome del paziente, l’ora e il giorno di assunzione, il nome del farmaco, il numero di lotto e la data di scadenza, ma anche il colore e la forma del farmaco stesso. Sbagliare diventa praticamente impossibile, perché l’erogatore (e il sistema in generale) è studiato apposta per azzerare le possibilità d’errore.

E quando, dopo quattro settimane, finiscono le bustine?

Nessun problema: al momento del ritiro delle dosi viene rilasciato un promemoria delle medicine che devono essere portate in farmacia per proseguire la terapia. Vi è, quindi, tutto il tempo per andare dal medico a farsele prescrivere, in modo che la farmacia possa disporne in tempo utile per preparare il ciclo successivo. 

Un erogatore intelligente che rassicura pazienti e familiari

Si può utilizzare anche un erogatore/dispenser “smart”, intelligente, che rilascia la singola bustina, con la terapia personalizzata, esattamente il giorno e l’ora in cui quelle compresse vanno assunte. 

Quando è il momento, l’erogatore Dosell fa uscire la bustina con le compresse e avvisa tramite una luce e un segnale acustico che è l’ora di assumere quei farmaci. In questo modo, il rischio di saltare la terapia o di commettere errori è scongiurato! 

Per i familiari o per chi assiste la persona c’è una garanzia in più. L’erogatore Dosell invia un messaggio di notifica sui loro smartphone, nel caso in cui nessuno prelevi la bustina entro un’ora dal momento esatto. Il sistema di notifiche rappresenta quindi una doppia forma di rassicurazione, in primo luogo l’assenza di notifiche dimostra l’aderenza del paziente alle indicazioni mediche e, in secondo luogo, permette d’intervenire tempestivamente in caso di necessità, accertandosi del motivo per cui il paziente non ha assunto i farmaci.

 

L’importanza dell’aderenza terapeutica nei pazienti anziani

Il rispetto dell’aderenza terapeutica è un tema particolarmente rilevante per chi si prende cura dei pazienti più anziani (e non solo). Il mancato rispetto dell’aderenza impatta sia sul sistema sanitario sia sul piano sociale. Assumere meno farmaci del dovuto, prendere le compresse sbagliate o esagerare nei dosaggi rende inefficace la terapia stessa e può avere conseguenze serie sulla salute delle persone. 

Secondo l’OMS, quasi 200.000 morti ogni anno nell’Unione Europea sono riconducibili al mancato rispetto dei piani terapeutici. Quello dell’aderenza terapeutica è quindi un tema che riguarda tutti: i pazienti e le loro famiglie in primis e, di riflesso, anche i farmacisti. 

Nella Provincia autonoma di Trento risiedono più di 100.000 persone over 65 (il dato è aggiornato al primo gennaio 2020). Considerando che, secondo il Piano Nazionale della Cronicità, l’80% dei pazienti con più di 65 anni soffre di una o più patologie croniche, possiamo stimare a circa 80.000, i pazienti trentini che giornalmente assumono cinque o più farmaci per trattare le proprie patologie croniche. Le più comuni sono le patologie a carico del sistema cardiovascolare (su tutte i problemi cardiaci, l’ipertensione e il diabete), seguite da demenza, depressione e patologie respiratorie. 

SEMPLI FARMA® è pertanto un servizio che può dare una grande mano a queste persone e a chi si prende cura di loro, permettendogli di seguire con serenità le indicazioni dei medici.

 

a cura dello staff progetto SEMPLI FARMA® presso la farmacia comunale Clarina

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy