LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Comunale 1: locali ad hoc per ogni servizio

Pronti a riprendere dopo l’emergenza

32

Nel settembre 2016 avevamo intervistato la dottoressa Barbara Rinaldi, direttrice della farmacia comunale 1 a Ravenna, condividendo il progetto di ristrutturare per i locali della farmacia, pensato per migliorare l’offerta di servizi e prodotti alla clientela. Ci ritroviamo oggi con la Direttrice per presentare la nuova comunale, seppur la criticità del momento abbia imposto di limitare o sospendere molti dei nuovi servizi posti in essere. 

Dottoressa Rinaldi, è doveroso un pensiero sulla difficile situazione di emergenza che si vive in farmacia.

«Certamente è un’esperienza che nessuno di noi si immaginava di poter vivere e lo dico sia come farmacista che come cittadina.

Stiamo vivendo una situazione surreale, in cui comunque la nostra professione ci impone di rimanere lucidi e concreti, avendo come primo obiettivo mantenere il servizio alla cittadinanza, evitando il propagarsi dell’infezione e non sottovalutando le possibilità di contagio, sia per noi sia per i nostri clienti.

Per questo abbiamo messo in atto tutte le misure di prevenzione e di tutela possibili e adeguate alla nostra realtà secondo le linee guida.

Per prima cosa l’ingresso della clientela alla farmacia è opportunamente regolamentato, al fine di evitare sovraffollamento e poter garantire la distanza tra le persone.

All’ingresso della farmacia è stato posto gel disinfettante a disposizione dei clienti.

Il contatto tra farmacisti e clienti è stato limitato da paraventi in plexiglass posti sul banco, che consentono una schermatura protettiva per ambedue le posizioni e una opportuna barriera fisica, aiuta i clienti a mantenere la distanza di sicurezza dal banco.

Inoltre, la nostra azienda ha stipulato un contratto di sanificazione dei locali con una ditta specializzata, la cui frequenza è stabilita in base alla grandezza della farmacia e al numero di ingressi, per esempio, presso la farmacia comunale 1, viene effettuata 2 volte a settimana.

Questa operazione, effettuata a farmacia chiusa, prevede la sanificazione di tutte le superfici, pavimenti, piani di lavoro, scaffali, scrivanie.

In aggiunta a tutto ciò, i farmacisti, durante l’orario di lavoro al pubblico, indossano guanti, mascherine o visiere paraschizzi».

Purtroppo, avete dovuto interrompere la maggior parte dei servizi, poiché non era possibile garantire la distanza di sicurezza tra operatore e cliente.

«Ad oggi l’unico attivo è il servizio di prenotazione CUP.

Con la ristrutturazione il locale CUP è stato notevolmente ampliato rispetto al precedente, abbiamo ricavato a tutti gli effetti una stanza separata dove è maggior mente garantita la privacy all’utente.

La nostra farmacia si distingue per il notevole numero di prenotazioni CUP effettuato ogni giorno dalle colleghe e sono in procinto nuovi servizi che sono sicura saranno molto graditi e soprattutto molto utili ai cittadini.

Rivolgendosi appunto allo sportello CUP si potrà poi procedere all’attivazione del fascicolo sanitario elettronico. I nostri sportelli CUP sono anche da anni il punto in cui i cittadini possono ritirare le provette per il progetto di screening per il tumore al colon.

La prevenzione è un aspetto del nostro lavoro che ci tengo a sottolineare e a ricordare ai nostri lettori, soprattutto in questo periodo».

Essendo giunti alla cosiddetta “fase2”, con uno spirito di buon auspicio presentiamo i nuovi locali della farmacia e i servizi che, appena l’emergenza lo consentirà, saranno riattivati.

«L’obiettivo della ristrutturazione è stato quello di dedicare un locale esclusivo, e soprattutto adeguato, per ogni servizio offerto. Iniziamo dal locale autoanalisi.

Nella nostra farmacia si possono effettuare i controlli dell’assetto lipidico e dell’emoglobina glicata.

Il primo esame è molto importante per monitorare i valori di colesterolo e trigliceridi, valori elevati di questi parametri predispongono come sappiamo a rischio cardiovascolare.

L’emoglobina glicata, invece, è un esame che serve a monitorare i livelli di glicemia.

Sempre nell’ottica della prevenzione in farmacia oltre a soddisfare la curiosità di sapere quale è il valore del nostro colesterolo, troveremo una figura sanitaria in grado di darci consigli. Spesso, infatti, basta un semplice cambio di regime alimentare, stile di vita ed eventualmente l’apporto di un aiuto naturale, sotto forma di integratore, selezionato per le nostre esigenze. Oppure, qualora fosse necessario, indirizzarci dal medico.

In questa ottica abbiamo una selezione di aziende di alta qualità, i cui integratori sono preparati con materie prime selezionate e assolutamente sicure.

Aziende che costantemente effettuano per noi farmacisti corsi di formazione, in modo da garantire oltre alla qualità del prodotto anche la professionalità di chi lo andrà poi a consigliare. Questo per noi è un aspetto molto importante, perché indice della serietà dei nostri fornitori.

Con una di queste aziende collaboriamo per effettuare un altro servizio di prevenzione molto richiesto e gradito dalla clientela, soprattutto femminile: lo screening per l’osteoporosi.

Ci tengo a chiarire che è non si tratta di una MOC e che non viene effettuata una diagnosi di osteoporosi. È invece un utile indice di possibile situazione di squilibrio o di rischio, eventualmente da approfondire successivamente con il proprio medico.

Posso dire che io stessa, essendomi sottoposta a questo semplicissimo esame, e avendo appunto effettuato in seguito altri esami, ho scoperto di essere carente di vitamina D. Carenza molto diffusa che non dà alcun sintomo, ma è molto importante supplire.

Accanto al locale dedicato alle autoanalisi, abbiamo ricavato lo spazio per la misurazione della pressione, come spiegato prima spesso un assetto lipidico non in equilibrio si accompagna ad alterazione della pressione arteriosa, che va assolutamente monitorata. Previo appuntamento è anche possibile effettuare la misurazione della pressione arteriosa nelle 24 ore, tramite l’holter pressorio».

Veniamo ora alla novità più importante: la stanza dei servizi.

«Nel progetto siamo riusciti a ricavare un locale adeguato in termini di spazio e soprattutto privacy, in cui l’offerta di servizi ai nostri clienti può trovare un’ottima realizzazione.

Si tratta di una stanza separata da una porta dal resto della farmacia, con annesso un antibagno e un vero e proprio bagno dotato di servizi e doccia.

Le possibilità come immaginate sono le più svariate.

Per prima cosa abbiamo subito pensato alla possibilità di fornire ai nostri clienti un servizio infermieristico, che possa soddisfare le esigenze più frequenti che in questi anni abbiamo raccolto dall’utenza, come per esempio iniezioni, medicazioni, tamponi orofaringei, magari concentrandolo in giorni e orari stabiliti, in modo da assicurare un riferimento e una presenza a chi ne ha necessità».

Possiamo dire che anche all’esterno della farmacia è stato dedicato spazio a un servizio…

«Esattamente. Grazie a un progetto sociale di Ravenna Farmacie con il contributo di Banca di Credito Cooperativo, è stato posizionato un defibrillatore automatico. Uno strumento di pubblico servizio per il primo soccorso».

Già la volta precedente il reparto cosmetico era un punto di grande orgoglio. Quali novità possiamo trovare oggi? 

«In questi anni abbiamo cercato di migliorarlo ulteriormente.

Per noi cosmesi in farmacia significa attenzione alla cura e benessere del proprio corpo e non unicamente attenzione all’aspetto estetico poiché riteniamo che il binomio salute e bellezza sia imprescindibile».

Ad esempio?

«Come sappiamo il diffuso inestetismo della forfora può essere dovuto a uno shampoo non idoneo, oppure una cliente che lamenta bruciore agli occhi ed entra in farmacia per un collirio in realtà potrebbe usare prodotti per il trucco non adatti a lei: gli esempi sono infiniti, perché ogni parte del nostro corpo può darci un segnale di un qualche equilibrio da ripristinare, anche solo con l’aiuto di un prodotto cosmetico. È importante per noi educare i nostri clienti ad ascoltarsi, a prendersi cura del proprio corpo, con l’obiettivo di mantenere uno stato di benessere e salute, che inevitabilmente passa anche dall’aspetto esterno.

Il nostro reparto cosmetico è presieduto da tre farmaciste, che frequentano regolarmente corsi di aggiornamento in questo ambito.

Il reparto vanta una selezionata scelta di aziende, alcune storiche per la farmacia, altre più recenti.

Una delle nostre linee storiche è una linea per capelli, che regolarmente offre ai nostri clienti, una consulenza su appuntamento con un’operatrice, volta a valutare lo stato di salute del cuoio capelluto, con regolari sedute di controllo.

Una linea che rispecchia in pieno la nostra visione è un’azienda introdotta da qualche anno con l’intenzione di offrire una linea altamente performante, si tratta di un’azienda fondata da un dermatologo americano che ha come sua mission il benessere attraverso lo stile di vita e l’uso di prodotti di qualità, il binomio scienza-vita sana ci ha colpito e fatto amare i prodotti fin da subito.

Tale azienda ci dà la possibilità di rispondere attraverso la cosmetica alle più svariate esigenze, dalla pelle facilmente arrossabile e sensibile, alla diffusa problematica delle macchie cutanee, con un’attenzione anche alle pelli con problemi acneici, inestetismo che causa spesso disagi soprattutto se in età adolescenziale, sempre con la sicurezza di proporre prodotti di alta qualità.  

Collaboriamo in sinergia con le nostre aziende cosmetiche, fornendo alle clienti giornate di consulenza in cui operatrici appositamente formate, effettuano in alcuni casi trattamenti viso personalizzati, in altri prove prodotto, importanti per testarne piacevolezza e comfort.

Grazie al nuovo locale di cui la farmacia ora dispone, stiamo valutando di proporre servizi sempre più mirati a prenderci cura del corpo nella sua interezza (ad esempio epilazione laser, ossigeno terapia)».

Una gestione efficiente dei servizi unita all’attenzione nell’accoglienza della clientela è riscontrabile anche nel numeratore.

«Il numeratore è sicuramente un importante aiuto per la migliore gestione di questi servizi diversificati, che dà la possibilità di selezionare i vari reparti della farmacia e indirizzare più facilmente il cliente allo “sportello” dedicato, con una precedenza per le donne in gravidanza, per le persone disabili e per i clienti che devono solo ritirare prodotti precedentemente ordinati.

Abbiamo posto attenzione anche ai particolari, pensando che sin dall’ingresso ogni cliente che si reca in farmacia si senta accolto in un percorso quasi “personalizzato”».

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy