LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Anche a Pesaro e Gabicce per il CUP si va in farmacia

23

G

razie all’accordo della Regione Marche con Assofarm e Federfarma (rispettivamente i rappresentanti delle Farmacie comunali e delle Farmacie private), da luglio i cittadini possono prenotare, modificare e disdire le visite specialistiche nelle 9 farmacie comunali di Pesaro e in quella di Gabicce Mare.

Inoltre, l’attivazione del servizio Cup porterà in futuro ulteriori opportunità, come quelle di prenotare analisi, pagare i ticket, ritirare i referti, scegliere o revocare il medico di medicina generale e il pediatra di libera scelta, rilasciare il consenso informato per il Fascicolo sanitario elettronico (che migliora e velocizza l’assistenza al paziente grazie alle opportunità di condivisione delle informazioni medico sanitarie tra i professionisti).

Il Cup in farmacia non crea soltanto ulteriori sportelli per svolgere una pratica amministrativa, ma costituisce soprattutto un ulteriore miglioramento per la tutela del diritto alla salute e la facilitazione dell’accesso alle cure. Ogni servizio inserito in farmacia è pensato con tale finalità.

La possibilità di prenotare visite ed esami in luoghi quali le farmacie, presenti in modo capillare sul territorio e frequentate abitualmente da tutti – soprattutto dagli anziani –, si dimostra utile in particolare alle persone che hanno minore dimestichezza con le nuove tecnologie e che in tal modo riescono in un contesto conosciuto e familiare a effettuare la prenotazione, usufruendo pure del valore aggiunto della ricetta dematerializzata.

L’esperienza dell’emergenza Covid-19 ha confermato come le farmacie siano l’avamposto sanitario capillare ove essere accolti con il massimo della cortesia, trovare il giusto consiglio ed essere rassicurati in caso di bisogno. In questo periodo di maggiore attenzione e responsabilizzazione degli italiani verso la propria salute, è infatti emerso con ancora maggiore forza il ruolo determinante del farmacista: i dati riportati da una indagine Ipsos Mori hanno rilevato che ben il 61% degli italiani si fida del consiglio del farmacista per la gestione della salute e circa la metà di loro, il 46% intende ricorrere al farmacista più sovente in futuro per ricevere consigli su come trattare i problemi di salute minori.

Ricordo che ancora oggi – in accordo con la Regione Marche e in base al piano terapeutico – le farmacie territoriali distribuiscono anche i farmaci ospedalieri che temporaneamente sono entrati nell’elenco della Distribuzione per conto (più conosciuta come DPC). Iniziativa attivata durante il periodo dell’emergenza per tutelare maggiormente la salute dei pazienti, evitando loro di recarsi in ospedale e facilitando l’accesso alle cure delocalizzando la distribuzione diretta dei farmaci dall’ospedale alle farmacie.

Con questi servizi e la condivisione di azioni sinergiche con il Servizio sanitario regionale e nazionale possiamo sempre più svolgere un ruolo sociale importante per la comunità.

Continuiamo a camminare insieme.

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy