LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Occhio agli occhi!

I trucchi per gestire occhiaie e borse

30

C

are lettrici, con questo articolo mi rivolgo a tutte le donne che vorrebbero migliorare il proprio aspetto dando nuova luce al proprio volto, ma che ritengono non sia possibile oppure che richieda molto tempo e grandi abilità. Nell’intervista pubblicata nel numero 1 di Pharmacom, spero di avere trasmesso la consapevolezza che con un po’di volontà l’impatto visivo di alcune “anomalie” si può attenuare grazie alla tecnica di trucco del camouflage.

Un messaggio che mi sento di rivolgere è di ritrovare in noi stessi quelle ragioni per cui valga la pena di provare e di rimettersi in gioco, soprattutto in questo periodo di ripresa dopo i mesi dell’emergenza che ci hanno segnati. I benefici che il camouflage dona alle persone sono molteplici, sperimentarli aiuta e dona sollievo sia dal punto di vista estetico sia da quello psicologico e sociale.

Questo articolo si rivolge a tutte le persone che desiderano affrontare occhiaie e borse sotto gli occhi. Non lesioni, quindi, ma non per questo meno importati e fastidiose dal punto di vista estetico. 

Di seguito troverete tutti i consigli per una scelta dei prodotti mirata e adeguata a ogni inestetismo e per un’applicazione a regola d’arte. Il risultato è sorprendente: gli occhi acquistano luce ed espressività!

Le occhiaie

Inutile negarlo, le occhiaie sono un problema che accomuna la maggior parte delle donne. D’estate le più fortunate le mascherano grazie all’abbronzatura, ma d’inverno è impossibile sfuggire loro che sovente danno al viso un’aria spenta e stanca. Che siano tendenti al viola, al blu o al marroncino, superficiali o profonde, le occhiaie possono essere coperte, grazie a una vasta gamma di correttori. 

La scelta dei correttori

I correttori sono l’elemento fondamentale per nascondere gli inestetismi della pelle e per realizzare la copertura delle discromie, quindi non devono mancare nel nostro beauty. Dopo aver attentamente valutato e determinato il colore delle occhiaie, si passa alla scelta del colore da utilizzare per neutralizzarle: la ruota dei colori ci aiuta a orientarci sulle nuance da scegliere.

È importante sapere su quale nuance e quale texture (consistenza) orientarsi in relazione alla zona da correggere, o si rischierà di andare a peggiorare il difetto anziché minimizzarlo.

La nostra attenzione deve cadere su correttori più fluidi se abbiamo presenza di pelli senescenti che presentano segni di espressione più evidenti o con occhiaie non troppo marcate. Il prodotto fluido ha la caratteristica di essere più leggero e idratante ma ha una minore coprenza. Per le occhiaie pronunciate e profonde, con colorazioni che vanno dal marrone al viola, sono da preferire i correttori in crema o stick che hanno una tenuta e una copertura maggiori. Esiste una vasta gamma di case cosmetiche che producono correttori per le occhiaie. Prima dell’acquisto, un consiglio del farmacista di fiducia può orientare nella scelta più idonea al nostro problema.

Il colore fa la differenza

La base del pigmento per la copertura di occhiaie tendenti al marrone è di un leggero aranciato che va a neutralizzare la colorazione bruna dell’occhiaia. Se il nostro inestetismo presenta una colorazione violacea-bluastra, preferiamo un correttore dai pigmenti gialli, colore antagonista del blu.

La copertura

Il modo migliore di procedere per la copertura dell’inestetismo è innanzitutto quello di mettere sul contorno occhi una crema idratante non grassa. Dopo la stesura della crema si può passare al camouflage dell’occhiaia: applicate una piccola quantità di prodotto della nuance scelta con un pennello di media grandezza fino sotto la radice dell’arco cigliare inferiore, con il polpastrello stendete bene il prodotto su tutta la discromia, avendo cura di sfumare accuratamente il colore sui bordi dell’occhio, compreso l’angolo interno. Questo per non creare troppo stacco con il colore dell’incarnato. In seguito, si deve picchiettare il prodotto con il polpastrello per ottenere un effetto più naturale ed eventualmente eliminarne l’eccesso. Dopo incipriate la parte della correzione con una buona cipria in polvere e incolore per fissare il make-up, attenderete qualche minuto e poi potete spolverizzare l’eccesso con un piumino.

Consigli

Quando stendete il correttore, fate particolarmente attenzione a tendere bene la pelle intorno all’occhio in modo da far aderire il prodotto in ogni parte della cute, eviterete che si formino le inestetiche pieghette che accentuerebbero il problema. Dovete procedete con la correzione sempre prima con un occhio e poi con l’altro, evitando così di far sciogliere il prodotto a contatto con il calore della pelle e avendo subito cura di incipriare la parte appena truccata.

Se volete che la vostra correzione duri più a lungo, bagnate un dischetto di cotone con acqua fredda e tamponate in modo leggero la parte truccata. L’acqua fissa il prodotto sulla pelle garantendovi una buona tenuta del make-up per tutta la giornata.

BORSE SOTTO GLI OCCHI

Sono il “regalo” che spesso troviamo sul nostro volto al mattino appena sveglie. Quel fastidioso gonfiore che fa apparire gli occhi più piccoli, rendendo il nostro sguardo poco vivo e la nostra espressione innaturale. Il gonfiore sulla palpebra inferiore crea una linea di confine antiestetica di un colore bluastro, dovuto all’ombra che si viene a creare. Il compito del trucco è di aiutarci a contrastare due diversi ma contemporanei inestetismi, cioè nascondere il solco scuro che crea la zona d’ombra mettendo in evidenza il gonfiore e mitigare le borse. Solo con queste due mosse potremo attenuare notevolmente l’inestetismo.

La copertura

Il primo step consiste nell’uniformare e mitigare la linea che evidenzia la parte più gonfia. Come prima fase ci dedichiamo alla copertura del solco scuro, applicando su di esso un correttore dai pigmenti gialli. Questa tonalità tende a neutralizzare il colore bluastro di questa zona, schiarendo notevolmente l’ombra. In ogni caso, non si deve oltrepassare la linea scura, l’unica che dovrà essere interessata dalla correzione con lo stik giallo. Per la stesura del prodotto potete aiutarvi con un pennellino o con le dita, avendo cura di sfumare bene il correttore su tutto il solco, per far sì che il prodotto si amalgami bene alla pelle. In seguito, fissate il correttore con cipria in polvere trasparente.

Il secondo step ha l’obiettivo di attutire la profondità e uniformare la borsa con il colore del viso. Sulla zona rigonfia, non sono previsti correttori particolari, solo la scelta di un buon fondotinta a leggera coprenza, rigorosamente del colore del nostro incarnato che avremo cura di stendere su tutto il viso.

Con questi piccoli accorgimenti le borse sotto gli occhi non si noteranno più.

Consiglio

Prima di eseguire il camouflage, soprattutto alla presenza di pelle grassa e mista, è buona abitudine applicare un velo di primer che prepara la zona al trucco e rende la pelle più asciutta, assicurando una copertura più stabile e duratura.

Il primer è una base da applicare prima del trucco o anche da sola per uniformare l’incarnato o per correggere delle discromie. Non è un correttore ma il complemento ideale per una base perfetta del trucco.

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy