LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Monza e Università di Milano-Bicocca, un reciproco arricchimento

Fondamentale il dialogo tra l’ateneo e le realtà del territorio

98

Un’Università aperta, inclusiva e perfettamente calata nella realtà territoriale in cui opera, senza per questo venir meno alla sua vocazione internazionale. Il legame con il territorio per Milano-Bicocca è esplicito fin dal nome, che richiama il quartiere in cui l’ateneo ha sede. Non tragga però in inganno il riferimento a quella che un tempo era l’area degli insediamenti industriali di Milano perché la nostra Università si può dire che poggi su due pilastri: Milano, appunto, e Monza.

Quella monzese non è una realtà a sé, ma è stata parte integrante e importante del nostro ateneo fin dalla sua istituzione, sul finire del secolo scorso. In questi vent’anni Milano-Bicocca è diventata una comunità di circa quarantamila persone tra studenti, docenti, ricercatori e personale tecnico amministrativo; una comunità in continua crescita grazie alla scelta di puntare sull’eccellenza. Non è un caso se ben 8 dei 14 Dipartimenti siano stati riconosciuti dal Ministero come Dipartimenti d’eccellenza e inseriti nel piano quinquennale di finanziamento poiché spiccano per la qualità della ricerca prodotta e per la qualità del progetto di sviluppo. Tra questi figura il Dipartimento di Medicina e Chirurgia, il nostro avamposto a Monza.

Il corso di studi in Medicina e Chirurgia di Milano-Bicocca è primo in Italia, secondo l’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur). Questo è il frutto di un grande lavoro che è stato portato avanti in sinergia con l’Ospedale San Gerardo. Proprio il connubio con la struttura sanitaria monzese ha consentito di dar vita ad un vero e proprio campus universitario per le Scienze Sanitarie. Un campus vissuto da più di 2.700 studenti provenienti non solo dalla Lombardia, ma da tutta Italia. È evidente che sono loro il primo esempio di integrazione tra la realtà universitaria e il territorio. Credo, tuttavia, che non ci si debba limitare a questo. Il dialogo con la società è un momento fondamentale sia della didattica sia della ricerca. La “terza missione” delle università è parte integrante delle altre due. Per la ricerca resta fondamentale un confronto con il tessuto sociale ed economico in cui si opera. Proprio nella sede di Monza c’è una delle più avanzate infrastrutture di ricerca nell’ambito delle Scienze biomediche, quella che noi chiamiamo “Casa della ricerca”, vero esempio di approccio interdisciplinare: al suo interno operano, tra gli altri, medici, biologi e specialisti in Scienze dei materiali. È grazie a realtà come questa che si possono pensare azioni visionarie, di forte impatto sulla società.

Un esempio concreto di come l’Università possa fare tesoro delle migliori esperienze che il territorio offre è la convenzione che Milano-Bicocca ha sottoscritto con la Farma.Co.M., la società che il Comune di Monza ha costituito insieme ai farmacisti e che offre una serie di servizi alla comunità. Grazie a questo accordo, gli studenti dell’ultimo anno dei corsi di laurea in Odontoiatria e Igiene dentale potranno svolgere il tirocinio presso il centro polifunzionale Farmasalus, con un’esperienza che sarà formativa sia dal punto di vista professionale che da quello umano data la possibilità di confrontarsi con ampie fasce della popolazione. È un esempio di formazione completa, nella quale il patrimonio di conoscenze e di pratica strettamente legato all’attività da intraprendere è arricchito da quelle soft skills che sono una carta vincente in ambito lavorativo. Siamo particolarmente lieti, inoltre, del fatto che ciò contribuirà a garantire controlli e cure odontoiatriche gratuite o a prezzi calmierati alle persone che, altrimenti, sarebbero costrette a rinunciare.

Questa convenzione va considerata non un punto di arrivo, ma di partenza. Mi auguro che, in futuro, si possa ampliare l’orizzonte, innescando un circolo virtuoso. Un ateneo che dialoga con il contesto in cui opera, è un ateneo che accresce la propria didattica e la propria ricerca e arricchisce il territorio.

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy