LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Finalmente anche belle notizie

54

Siamo in graduale e lenta uscita dalla fase acuta dell’emergenza. Tante le considerazioni, le polemiche, le aspettative, i timori emersi e che in molti casi riguardano il non disporre (reale o percepito) di tutti gli strumenti, i mezzi, gli operatori necessari.

Al contrario, una consapevolezza che accomuna positivamente tutti coloro che in questi mesi si sono recati in farmacia è quanto i farmacisti siano una figura centrale nelle comunità piccole o grandi in cui operano. Situazioni come quella vissuta, e che stiamo ancora vivendo, coinvolgono l’ampio contesto sanitario, economico, sociale e territoriale. Influiscono sulle relazioni del singolo con il suo tessuto esistenziale, fondendo in un unicum le componenti profonde del benessere: la salute, la relazione, l’ambiente.

In tutto ciò, le farmaciste e i farmacisti hanno dato prova – ancora una volta – di essere riferimenti capillari del Servizio sanitario, svolgendo pure funzioni assistenziali nella rete del territorio. Anche la novità attivata a livello nazionale – come ci spiega la dottoressa Emanuela Marchese a pagina 7 – di condividere in modalità digitale il numero della ricetta elettronica (NRE), per evitare attese presso lo studio medico e ridurre i contatti, ha contribuito a rafforzare la centralità della farmacia.

Ulteriore elemento positivo, concretizzatosi a marzo presso la farmacia comunale di Quinto, è l’avvio del servizio dell’infermiere in farmacia: un nuovo passo nella realizzazione della cosiddetta Farmacia dei Servizi, che prevede l’erogazione di prestazioni e servizi aggiuntivi, come possiamo leggere nell’articolo della dottoressa Maria Panarelli a pagina 8.

Farmacie Comunali Genovesi, inserendo nuove professionalità a fianco del farmacista, migliora così la variegata proposta di servizi sul territorio per andare sempre più incontro alle esigenze dei cittadini genovesi. L’avvio di un servizio in concomitanza di una data significativa: il 2020 è l’anno mondiale dell’Infermiere e il bicentenario della nascita di Florence Nightingale, madre dell’infermieristica moderna.

Una ventata di positività ad accompagnare la fase di ripresa che per Genova in particolare si lega fortemente all’avanzamento dei lavori per la costruzione del nuovo ponte che torna a unire la città.

Ma di questo parleremo nel prossimo numero.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza ed erogare servizi di qualità. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Accetto Informativa sulla Privacy