LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

La nuova Porta Mare: tra storia e innovazione

L’ammiraglia delle farmacie comunali dei ferraresi

710

Nata nel 1959, per volontà dell’allora amministrazione comunale, Porta Mare divenne, in brevissimo tempo, punto di riferimento per tutti i cittadini, in virtù di una posizione strategica a due passi dall’ospedale, facilmente raggiungibile da ogni parte della città e con ampi spazi di sosta.

Ma soprattutto per la professionalità e la grande disponibilità di prodotti e servizi che era in grado di offrire.

Negli anni, ampliato l’orario sino a essere aperta tutti i giorni dell’anno – festivi e no, di giorno e di notte – Porta Mare smise di essere percepita come punto di riferimento del servizio farmaceutico della sola città di Ferrara, per diventarlo di tutto il territorio ferrarese.

I numeri degli accessi alla farmacia, i bilanci e i servizi erogati raccontano di un continuo accreditamento agli occhi della gente, di una affezione andata aumentando di giorno in giorno, e di spazi divenuti insufficienti per sostenere le crescenti attività.

Per questo, alcuni anni fa, a pochi passi da essa è nata Porta Mare servizi, dove hanno trovato ampio spazio e visibilità la dermocosmesi di alta qualità, presidi sanitari, integratori per la bellezza e per lo sport, servizi di prenotazione Cup e di telemedicina…

La farmacia ha potuto così sviluppare la propria vocazione di presidio farmaceutico, ampliando l’offerta e gli spazi per la galenica, la veterinaria, l’assistenza integrativa ecc…

Anche attraverso l’utilizzo di tecnologie come il robot informatizzato, in grado di gestire e distribuire i farmaci direttamente al banco liberando spazi e tempo per operare ancor meglio.

Parte dello staff della farmacia Porta Mare.

Da ottobre 2021 la nuova veste

«Per via dei ritmi e dell’usura a cui è inevitabilmente sottoposta, però, Porta Mare richiede attenzioni e cure particolari. La struttura è antica e ha un fascino unico, ma proprio per questo mostra i segni del tempo. Abbiamo deciso quindi di intervenire con significativi ritocchi per cancellare alcune rughe e restituirle lo splendore che merita». Paola Nocenti, la direttrice generale di Afm, spiega così il restyling della farmacia: nuovi arredi, pareti e pavimenti dai colori caldi, una nuova illuminazione moderna e funzionale che sembra allargare gli ambienti e mette in particolare evidenza la grande quantità di prodotti che ora trovano adeguata visibilità sugli scaffali di cristallo che ornano il perimetro della farmacia.

«Spero, anzi sono convinta, che i nostri clienti apprezzeranno il lavoro. Personalmente sono molto soddisfatta anche perché tutto è stato fatto senza interrompere il servizio. Abbiamo attrezzato due container nel piazzale retrostante per tutto il tempo necessario alla ristrutturazione, nei quali siamo riusciti a lavorare, pur se con qualche disagio inevitabile. Devo ringraziare tutti  i nostri dipendenti che sono riusciti a far funzionare la macchina nel migliore dei modi, rimboccandosi le maniche e togliendosi l’orologio dal polso. Semplicemente splendidi».

Il dottor Pietrobono Cavicchi predispone
il sistema informatico nella sede provvisoria.

«Questo importante intervento su Porta Mare è figlio di una condivisione e di una grande sintonia tra la dirigenza di Afm e l’Amministrazione comunale. A tutti noi è chiaro, e non da oggi, che Porta Mare non è “una farmacia”, ma è “la” farmacia dei cittadini di Ferrara. È proprietà del Comune, quindi dei suoi abitanti; per questo l’abbiamo voluta rendere ancora più funzionale e bella perché sia sempre più percepita come bene pubblico di cui essere orgogliosi». Sono parole di Luca Cimarelli, amministratore unico di Afm, che sottolinea come «aver scelto di fare questi interventi in un periodo non facile, dopo due anni di pandemia che hanno gettato ombre sulle nostre vite e su tante attività produttive compreso il comparto farmaceutico, è un segnale di fiducia nella ripresa per noi e per tutti. Abbiamo deciso di prendere di petto la crisi, con la consapevolezza del ruolo che abbiamo, mettendo in campo ogni energia e investendo sulla forza delle nostre idee».

I commenti sono chiusi.