LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Sonnolenza dopo pranzo: cause e possibili rimedi

1.002

La sonnolenza dopo pranzo è un disturbo molto comune che si manifesta tipicamente con sensazioni di spossatezza e difficoltà di concentrazione accompagnate da un impellente bisogno di dormire. 

Si tratta di una risposta naturale del nostro organismo, di solito associata a un pasto particolarmente abbondante, ricco di carboidrati o grassi. Ma perché avviene e come prevenirla? 

Cause della sonnolenza dopo pranzo

Tra le cause della sonnolenza dopo pranzo, un ruolo è giocato dall’ipoglicemia.  L’assunzione di un eccesso di carboidrati e zuccheri, contenuti soprattutto nei dolci e in alimenti molto elaborati, causa un’impennata nella produzione di insulina, l’ormone preposto al controllo della quantità di glucosio nel sangue. Di conseguenza avviene un crollo della glicemia seguita dai comuni sintomi di stanchezza e spossatezza. 

Nel processo digestivo ci sono poi alcuni fattori che possono accentuare maggiormente gli effetti della sonnolenza post-pranzo, quali:

 

  • la quantità del cibo mangiato: è molto più probabile provare stanchezza dopo un pasto abbondante specie se ingeriamo cibi più difficili da digerire. Questo avviene perché sottoponiamo lo stomaco e l’intestino ad uno sforzo maggiore del normale, che si traduce in una maggiore richiesta di sangue. In questi casi la sonnolenza è fisiologica e potrebbe anche essere associata ad altri sintomi inerenti ad una cattiva digestione; 
  • l’orologio corporeo naturale di una persona, chiamato anche ritmo circadiano, può influire sulla sensazione di eccessiva sonnolenza dopo i pasti. Se ci si sente spesso stanchi dopo aver mangiato, questo può essere dovuto anche alle variazioni cicliche che ogni giorno coinvolgono le attività biologiche del nostro organismo. Ognuno di noi ha un orologio biologico interno che varia al trascorrere delle ore, si adatta alle diverse fasi della giornata, regolando funzioni chiave quali i livelli ormonali, il sonno ed il metabolismo.

 

Possibili rimedi per prevenire la sonnolenza post prandiale 

Cosa fare quindi per ridurre la sonnolenza dopo pranzo e ottenere maggiori stati di benessere ed energia? Quelli qui proposti sono comuni accorgimenti che possono aiutare a prevenire la sonnolenza postprandiale in assenza di condizioni patologiche specifiche e non vanno intesi come consigli medici. 

In generale, la soluzione migliore per contrastare la sonnolenza è connessa all’adozione di uno stile di vita sano, che includa una dieta alimentare equilibrata, un’attività fisica costante e l’eliminazione di abitudini scorrette, per poter affrontare le giornate con più vitalità e benessere: 

 

  • Pasti regolari, leggeri ed equilibrati: saltare i pasti o abbuffarsi, soprattutto di alimenti particolarmente ricchi di grassi e carboidrati, rallenta il naturale processo digestivo. Meglio quindi prediligere piatti leggeri, da consumare in più pasti durante la giornata, in modo da creare un processo più equilibrato per l’organismo e di conseguenza avere più energie.
  • Giusto apporto di verdura e frutta: introdurre frutta e verdura nella propria dieta contribuisce a fornire all’organismo il corretto apporto di acqua, elemento indispensabile per sentirsi vitali ed energici. Inoltre questi alimenti contengono minerali preziosi per l’organismo, come il potassio e il magnesio, utili a combattere la spossatezza. 
  • Movimento: fare del movimento fisico dopo un pasto può aiutare a sconfiggere l’affaticamento e la sonnolenza. Non serve esagerare, basta solamente anche una breve passeggiata, o un po’ di esercizio fisico, per stimolare la circolazione. In questo modo, l’ossigeno circola in tutto il corpo e il metabolismo si sveglia e rimane attivo. 
  • Eliminare o ridurre il consumo di alcol e tabacco. Le bevande alcoliche vengono smaltite con più difficoltà dal nostro organismo e appesantiscono il sistema gastrointestinale. Un’altra cattiva abitudine a fine pasto è quella di fumare. Se nell’immediato il fumatore percepisce uno stato di rilassamento dopo un pasto particolarmente pesante, in realtà tramite la saliva la nicotina entra a contatto con i cibi appena ingeriti interferendo e affaticando la digestione. 

Inoltre, se alcuni sintomi persistono nel tempo, è sempre bene consultare il proprio medico o uno specialista ed eventualmente svolgere delle analisi approfondite. Tra le cause della sonnolenza dopo i pasti potrebbero celarsi anche disturbi di varia natura, come intolleranze o allergie a determinati alimenti.

 

I commenti sono chiusi.