LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

Maggio: mese della prevenzione del melanoma

Perché è così importante prendersi cura della propria pelle

389

Il mese che anticipa l’estate e la bella stagione rappresenta anche il periodo ideale per puntare i riflettori sulla salute della nostra pelle. Maggio è infatti il mese della prevenzione del melanoma, un’occasione per sensibilizzare la popolazione sul tema e fornire maggiori informazioni sui possibili rischi legati all’esposizione solare senza protezioni adeguate.

Cos’è il melanoma e dati sul fenomeno

Il melanoma è un tumore maligno che colpisce le cellule della pelle e rappresenta uno dei tipi di cancro più diffusi al mondo, responsabile di circa il 75% dei decessi dovuti a tumori cutanei. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ogni anno vengono diagnosticati circa 287.000 nuovi casi di melanoma in tutto il mondo, 14.000 dei quali solo in Italia.

Questa patologia si sviluppa a partire dalle cellule produttrici di melanina e può insorgere in un neo già esistente o apparire come una nuova lesione. Quando è già presente sulla cute tende a crescere sulla superficie prima di penetrare in profondità, per questo motivo la tempestività nel riconoscimento diventa fondamentale al fine di evitarne l’espansione.

Il melanoma può svilupparsi in qualsiasi parte del corpo, non solo sulla cute ma anche sulle mucose o sulla retina dell’occhio. 

I fattori di rischio del melanoma

Sebbene le cause del melanoma siano ancora oggetto di studio, l’esposizione prolungata ai raggi UV del sole, l’abuso delle lampade solari e la predisposizione genetica sembrano rappresentare i fattori principali di rischio.

I soggetti più colpiti dalla malattia tendono ad avere la pelle chiara, i capelli rossi, la presenza di lentiggini o di nei atipici. È importante però specificare che il melanoma è diffuso anche in persone con la pelle scura, specialmente se esposte al sole per periodi prolungati o se soggette a ustioni solari.

Il rischio di sviluppare un melanoma aumenta con l’età, infatti la maggior parte dei casi si verifica dopo i 50 anni.

L’importanza della prevenzione

Se preso in tempo il tumore della pelle è spesso curabile, per questo motivo il sottoporsi a controlli regolari da un medico specialista contribuisce a gestire e limitare il decorso della malattia. Già nelle fasi iniziali, infatti, nella maggior parte dei casi sono già visibili dei segnali ben riconoscibili.

La diagnosi precoce del melanoma è quindi fondamentale per aumentare le possibilità di guarigione: la sopravvivenza a 5 anni per la malattia diagnosticata precocemente è del 98%, mentre per i casi avanzati scende drasticamente al 23%. Le percentuali appena indicate rappresentano una media basata su studi clinici e dati epidemiologici, derivanti da fonti scientifiche e organizzazioni specializzate nella ricerca e nel trattamento del melanoma, come l’American Cancer Society, la Skin Cancer Foundation e l’European Society for Medical Oncology (ESMO).

La prevenzione gioca quindi un ruolo fondamentale per evitare l’insorgere e il decorso del melanoma. Alcune semplici misure e buone pratiche da seguire nel quotidiano possono ridurre il rischio di sviluppare la malattia, tra le più importanti troviamo:

  • l’uso di filtri protettivi, come le creme solari e un vestiario adeguato
  • l’evitare di esporsi al sole durante le ore più calde della giornata
  • l’utilizzo limitato di lampade solari abbronzanti
  • l’attenzione a eventuali cambiamenti nella forma, nel colore o nelle dimensioni dei nei.

Parlando di creme solari, è bene sottolineare come questi prodotti ci aiutino a difenderci dai danni che i raggi UV possono causare a livello cellulare una volta penetrati negli strati superiori della pelle. Le creme svolgono un’azione protettiva sulla cute, assorbendo o riflettendo i raggi ultravioletti.

Campagna di sensibilizzazione: il Melanoma Day

Il 6 maggio appena trascorso si è celebrato il Melanoma Day, una giornata dedicata alla prevenzione e alla sensibilizzazione di una delle forme più aggressive di cancro della pelle. In questa occasione vengono organizzati eventi e campagne di informazione per sensibilizzare la popolazione rispetto ai rischi legati all’esposizione solare e sulla necessità di adottare misure di prevenzione.

Il Melanoma Day è stato istituito nel 2020 dalla Fondazione Melanoma Onlus e dal Ministero della Salute italiano. La scelta del 6 maggio per celebrare questa ricorrenza non è casuale: si tratta infatti della data in cui è nato Guido Fanelli, il fondatore della Fondazione Melanoma Onlus, scomparso nel 2015 proprio a causa di questa malattia. La data, quindi, ha un forte valore simbolico e rappresenta una testimonianza dell’impegno e della lotta contro il melanoma.

I commenti sono chiusi.