LA RIVISTA DELLE FARMACIE COMUNALI DELLA TUA CITTÀ

8 abitudini per avere denti sani e bianchi

e per tenere in salute il cavo orale

509

Avere denti sani e bianchi è una preoccupazione comune per molte persone. Una buona igiene orale è fondamentale per la salute della bocca, comprese le gengive, ma ci sono anche altri fattori che possono giocare un ruolo fondamentale, come l’alimentazione e lo stile di vita. Ecco allora alcuni consigli utili da seguire per mantenere la bocca in salute.

1. Spazzolare due volte al giorno i denti 

Una delle abitudini più importanti per mantenere i denti sani e bianchi è l’uso regolare dello spazzolino (elettrico o manuale che sia). Gli esperti consigliano di spazzolare i denti almeno due volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti. Bisogna inoltre assicurarsi di spazzolare tutte le superfici dei denti, comprese quelle difficili da raggiungere come i molari posteriori e la superficie interna dei denti anteriori. 

2. Scegliere un dentifricio fluorato

Il fluoruro (F- ) è una sostanza che favorisce il mantenimento di uno smalto resistente all’attacco acido della placca. Scegliere un dentifricio fluorato per detergere i denti, quindi, è tra i modi più efficaci per prevenire la carie, secondo quanto riportato dalle Linee guida nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età adulta del Ministero della Salute. Per massimizzare l’effetto benefico del fluoro contenuto nel dentifricio, è consigliabile ridurre al minimo il risciacquo, dopo lo spazzolamento. Le modalità e le quantità di somministrazione del fluoro vanno calcolate dal proprio dentista in base all’età e al fabbisogno personale. 

3. Utilizzare quotidianamente il filo interdentale

Spazzolare i denti è importante, ma non sufficiente per rimuovere completamente la placca e i residui di cibo che permangono negli spazi interdentali. Secondo lo studio condotto da ricercatori croati – dal titolo “Flossing for the management of periodontal diseases and dental caries in adults” –  l’uso del filo interdentale è decisivo nel ridurre il rischio dei disturbi parodontali. È consigliato quindi utilizzare tale dispositivo, o lo scovolino dentale che ha la medesima funzione, almeno una volta al giorno.  

4. Utilizzare il collutorio

Un collutorio antibatterico può aiutare ad uccidere i batteri che si accumulano nella bocca, prevenendo così la formazione della placca batterica. In commercio ne esistono di diversi tipi, e negli ultimi anni si sono maggiormente diffusi anche quelli a base di estratti naturali. A questo proposito un interessante studio italiano, pubblicato sulla rivista scientifica Prevenzione & Assistenza Dentale, ha valutato positivamente la capacità protettiva di un innovativo collutorio a base di lapacho e mastice di Chios contro le demineralizzazioni dello smalto indotte dagli acidi batterici e alimentari.

5. Limitare il consumo di zuccheri 

Fin qui abbiamo parlato di abitudini che riguardano l’igiene orale. Ma come è noto, oltre alla pulizia dei denti, per mantenere in salute la bocca è necessario anche adottare corrette abitudini alimentari, evitando soprattutto gli zuccheri. 

Gli zuccheri presenti nei cibi e nelle bevande reagiscono con i batteri nella bocca e producono acidi che danneggiano lo smalto dei denti. Il consumo elevato e frequente di zuccheri non è dannoso solo per la salute dei denti, ma rappresenta un fattore di rischio per l’insorgenza di malattie cardiache e del diabete. 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di limitare l’assunzione di zuccheri liberi (ovvero gli zuccheri aggiunti ai cibi e alle bevande) al di sotto del 10% dell’apporto calorico giornaliero, con l’obiettivo preferibile del 5%

6. Mangiare alimenti che rafforzano i denti

L’alimentazione influisce sulla salute dei denti in diversi modi. I cibi che scegliamo di mangiare possono aiutare a prevenire la carie dentale, ridurre l’infiammazione delle gengive e mantenere la dentizione forte e sana. Ad esempio, alimenti ricchi di calcio, come il latte e il formaggio, possono aiutare a proteggere lo smalto dei denti. La frutta e la verdura fresca contengono vitamine e minerali importanti per la salute dei denti e delle gengive, tra cui soprattutto fosforo e vitamina C. Il tè verde contiene polifenoli che possono aiutare a prevenire la formazione di placca batterica e ridurre l’alito cattivo. Banalmente, anche bere acqua e tenersi idratati è molto importante per la salute della bocca perché evita l’accumulo di batteri. 

7. Evitare fumo e alcool 

Fumare può causare numerosi problemi di salute, tra cui il cancro e malattie cardiovascolari, così come ha effetti molto negativi anche sulla salute della bocca e dei denti. Oltre a provocare l’ingiallimento della dentatura e la perdita dello smalto, il fumo –  dopo la placca batterica – è il secondo fattore di rischio per l’insorgenza e la progressione della parodontite cronica, una malattia infiammatoria orale che distrugge progressivamente le strutture portanti dei denti e, se non adeguatamente trattata, può causare la loro caduta. 

L’abuso di alcol, associato al fumo, aumenta in modo sinergico il rischio di insorgenza del carcinoma orale (tumore della bocca). Evitare il fumo e l’alcool è quindi  essenziale per mantenere i denti sani e bianchi.

8. Controlli periodici dal dentista

Infine, ricordiamo che per mantenere in salute più a lungo i denti è importante sottoporsi a controlli regolari dal proprio dentista. 

Generalmente, si ricorre all’odontoiatra in casi di necessità, quando si presenta un disturbo, come il mal di denti o la gengivite. In realtà, proprio per prevenire patologie del cavo orale è bene iniziare sedute di controllo fin dall’età pediatrica ed effettuare almeno due volte l’anno una seduta di igiene orale professionale

Fonti: 

 

 

I commenti sono chiusi.